Home » Viaggiare Smarter » Smarter Transportation: un software controllerà le auto

Smarter Transportation: un software controllerà le auto

Una mobilità intelligente passa anche dalla nostra macchina, questa la convinzione di IBM

Quando parliamo di trasporti intelligenti, non pensiamo solo alla mobilità urbana o alla rete ferroviaria, ma anche a sistemi in grado di monitorare i veicoli, in modo da renderli più sicuri e affidabili e limitare il rischio di incidenti.

La guida manuale è senz’altro un’esperienza emozionante e creativa, ma provate a immaginare che ai vostri occhi di pilota esperto si aggiunga un software capace di vedere anche dove voi non riuscite, in grado di tenere sott’occhio tutte le componenti del veicolo e di assistervi in ogni momento.

Potreste immaginarlo come un co-pilota se vi piace l’idea, o il vostro comandante in seconda se preferite: il risultato sarà solo uno, sicurezza potenziata e una guida più intelligente.

In Canada hanno preso l’idea davvero sul serio: IBM e General Motors Canada, insieme alla McMaster University e a sei altre istituzioni accademiche nazionali, hanno avviato un progetto da oltre 16 milioni di dollari per sviluppare un sistema d’avanguardia nel campo degli automotive software.

Accademia e industria hanno unito le rispettive competenze per creare un network d’eccellenza, in grado di affrontare le sfide di una mobilità sempre più complessa, in cui la condivisione di dati real time fa davvero la differenza.

Una sorta di R&D altamente selezionato e specializzato, si chiama NECSIS – Network on Engineering Complex Software Intensive Systems for Automotive Systems -, e ha il compito di sviluppare un software che controlli l’auto, elevando gli standard di sicurezza e affidabilità: un modo di reinventare l’auto, tramite tecnologie che incontrano le necessità di oggi e domani.

Molto centrato il commento di Bruce Ross, Presidente di IBM Canada:

In an era where billions of devices are being interconnected to enable intelligent decisions, the time is right to create and to innovate development processes using real-time navigational capabilities that will help build a smarter car.

I sistemi computerizzati stanno prendendo sempre più piede nei veicoli, e il loro utilizzo si sta estendendo ad aspetti via via più numerosi e complicati: dal sistema dei freni, alla stabilità e sicurezza del veicolo, per arrivare al controllo delle emissioni e dei consumi di carburante. Non da ultimo, il software prevede anche sistemi di interazione col conducente, per una sicurezza ancora maggiore.

Gli automotive software trovano applicazioni particolarmente adatte nei veicoli ibridi ed elettrici, perché molte sono in essi le componenti da monitorare.

Siamo davvero impazienti di vedere quali sorprese ci riserverà la mobilità del futuro!

Scrivi un commento.

Scrivi un commento