Home » Lo Sviluppo della città » Diventa anche tu un Windowfarmer!

Diventa anche tu un Windowfarmer!

Coltivare piccoli orti biologici in appartamento oggi è quantomai realtà

Nei post di Smartercity si è spesso parlato di nuove modalità di coltivazione in città, modalità innovative che sapessero coniugare la vita in appartamento o nelle metropoli, con il pollice verde sempre più diffuso (o sognato).

Si è parlato di Skyland, la fattoria verticale per Expo 2015, dei grattacieli verdi di domani, ovvero quelli che ospitano coltivazioni al loro interno e di “Farms of the future”, appunto le coltivazioni verticali, quelle che rendono nuovo e migliore il vivere in un appartamento del centro.

Non si è ancora però parlato di un nuovo giardinaggio, che delle vertical farms è un diretto parente e che tende a occupare al meglio le nostre finestre. Sto parlando del Window Farm, ovvero la coltivazione di piante nel proprio appartamento, non solo a fini ornamentali, ma proprio facendo crescere ortaggi biologici, senza dunque avere una casa in campagna.

L’idea/progetto in realtà è partito già da un paio di anni, ma comincia oggi a dare i suoi frutti. Questo anche perché la trovata è basata quasi totalmente sul riciclo.

Per il WindowFarm si utilizzano infatti bottiglie di plastica, bicchieri e altri “tubi” che compongono delle condotte appese alle finestre. Posizionando in cima a questi accatastamenti di materiali riciclati dei serbatoi colmi di acqua, anch’essi ricavati da opere di riciclo della plastica, si procede all’irrigazione dei vasi sottostanti. I vasi sono appunto le bottiglie di plastica, collegate le une alle altre e bucate per permettere all’acqua di passare. I vasi, alimentati a cascata, potranno così trattenere l’acqua loro necessaria e lasciar passare quella in eccesso per il vaso sottostante.

Il Windowfarm può essere una buona alternativa per chi è privo di spazi, ma sente il richiamo del verde e il desiderio di coltivare parte del cibo che consuma direttamente in casa. Il progetto mira a mettere in rete le esperienze dei Windowfarmers affinché lo stile di vita dell’ “autoproduzione a finestra” possa sempre più diffondersi nelle nostre città e così contribuire a un vissuto più sano. E ragionevolmente più piacevole.

Se qualcuno vuole provarci non ha che da scaricare le istruzioni e trasformarsi in un WindowFarmer!

Buon raccolto a tutti!

Scrivi un commento.

Scrivi un commento