Home » Amministrazione Smarter » Curitiba, come cambia una città

Curitiba, come cambia una città

La capitale dello stato del Paraná è una città urbanisticamente all’avanguardia, un modello di creatività, innovazione e capacità organizzativa per tutto il continente latino-americano e non solo

Situata nell’altopiano del Paraná a quasi 1000 metri sul livello del mare, Curitiba nel corso degli anni è diventata un brillante esempio di quanto le amministrazioni potrebbero concretamente migliorare la vita dei cittadini (se solo ne avessero la volontà).

Forte dei suoi 55 metri quadrati di area verde per persona, Curitiba è la capitale ecologica del Brasile, grazie soprattutto all’ingegno e alla creatività di Jaime Lerner, lo storico sindaco di questa metropoli che nell’arco di un ventennio ne ha stravolto radicalmente abitudini e fisionomia, trasformandola in una vera e propria smart city, in cui sostenibilità ed ecologia vanno a pari passo con pianificazione, innovazione e tecnologia.

Bioclimatica: Bromelia, la soluzione very smart per l’acqua in città

Nel corso di tre mandati, a partire dal 1971, l’architetto (prestato alla politica) Lerner ridisegna una metropoli invasa da auto e inquinamento, assumendosi anche la responsabilità di provvedimenti impopolari, come convertire in isola pedonale (la prima del mondo) Rua de Flores, una delle maggiori arterie di traffico cittadino. La decisione venne presa in tempi così rapidi (secondo i racconti dell’epoca tutto si svolse nel giro di un solo weekend) che l’opposizione non ebbe tempo e modo di contestarla.

Contemporaneamente Lerner riorganizza la rete viaria e realizza un capillare sistema di trasporti pubblici, totalmente integrato con la pianta della città e alimentato esclusivamente con fonti rinnovabili e di natura biologica, che permette ai cittadini di arrivare praticamente ovunque servendosi di un “semplice“ autobus.


L’idea rivoluzionaria fu la creazione di un percorso preferenziale per autobus separato dalle strade utilizzate dalle automobili, una vera e propria metropolitana di superficie che abbattesse i costi rispetto ad una tradizionale sotterranea. La contestuale realizzazione di parchi e zone verdi (disegnati da Hitoshi Nakamura) su una superficie di 1,4 milioni di metri quadri e una rete di percorsi ciclabili di 150 km hanno trasformato Curitiba in una perla socio-economica più unica che rara considerata la capitale con la migliore qualità della vita di tutto il Brasile.

Mobilità sostenibile: La nuova teleferica di Rio De Janeiro sorvola le favelas

Curitiba è diventata leader anche nel riciclaggio dei rifiuti grazie a un sistema unico nel panorama mondiale, una sorta di baratto tra spazzatura e generi alimentari: i cittadini sono incaricati di mantenere la pulizia nei quartieri consegnando i sacchi di rifiuti agli addetti al reciclo; in cambio alle famiglie che li hanno prodotti viene fornita una quantità di generi alimentari proporzionale al peso della spazzatura consegnata. Grazie al sistema “rifiuti in cambio di alimenti” anche le famiglie più bisognose riescono a trovare una fonte di sostentamento.

I rifiuti vengono poi trasformati in energia, le necessità energetiche di Curitiba sono infatti soddisfatte completamente attraverso fonti rinnovabili, che vengono continuamente aggiornate ed implementate. Curitiba è oggi una città urbanisticamente all’avanguardia, un vero e proprio modello di creatività e capacità organizzativa per tutto il continente latino-americano (e non solo), dove lo sviluppo e mobilità sostenibile non sono espressioni vuote ma effettivamente praticati con il coinvolgimento della cittadinanza nelle decisioni di pianificazione.

TUTTE LE FOTO: CLICCA QUI

fonte immagini | econote.it

Scrivi un commento.

Scrivi un commento