Home » Viaggiare Smarter » Bridgestone lancia il pneumatico del futuro

Bridgestone lancia il pneumatico del futuro

Durante l'ultima edizione del Tokyo Motor Show la casa nipponica ha lanciato un modello rivoluzionario di pneumatico riciclabile, ecosostenibile e privo di camera d’aria, in modo da poter funzionare anche in caso di foratura

Riciclabile, ecosostenibile e privo di camera d’aria, in modo da poter funzionare anche in caso di foratura. Il futuro delle gomme è già scritto. A scriverlo è l’azienda nipponica Bridgestone: le Air-Free Concept, presentate in occasione dell’ultima edizione del Tokyo Motor Show, sono caratterizzate dall’essere completamente “verdi”, in quanto realizzate con materiali riciclabili, e “imbucabili”, visto che sono prive di camera d’aria.

Novità: Le auto si parlano nel traffico: un’innovazione peer to peer

Di fatto si può parlare di ruote non pneumatiche che sono per ora ancora in fase di testing e utilizzate su piccoli veicoli elettrici. A differenza di altri progetti svelati negli anni da Michelin e Yokohama, questo modello ideato da Bridgestone è stato fin pensato dall’inizio per la produzione in serie, che dovrebbe iniziare tra qualche tempo.

Le gomme sono realizzate con una particolare resina termoplastica che permette di garantire sicurezza e stabilità alla vettura e alla ruota di non cedere su sè stessa. L’assorbimento delle asperità del terreno dovrebbe essere assicurato proprio dalla particolare disposizione dei raggi tra il cerchio e il battistrada, garantendo al guidatore il grande vantaggio di non doversi preoccupare di eventuali forature.

Da non perdere: eCall, il salvavita automatico in caso di incidenti stradali

I pneumatici, com’è noto, sono facilmente infiammabili e la combustione delle gomme può causare inquinamento a causa degli agenti contaminanti in esse contenute (zinco, zolfo e piombo solo per citarne alcuni): il fatto che questi ultimi siano totalmente riciclabili li rende decisamente più eco-friendly rispetto alla media. Non resta quindi che aspettare la loro commercializzazione.

fonte immagine | diginfo.tv

Scrivi un commento.

Scrivi un commento