Home » Viaggiare Smarter » Le turbine eoliche diventano un’attrazione turistica

Le turbine eoliche diventano un’attrazione turistica

Le fonti rinnovabili come attrazione turistica: ad Atlantic City gli ospiti dei casinò chiedono sempre più spesso camere con vista sulle pale e visite guidate nel parco eolico

Le turbine eoliche, come i campi fotovoltaici ed altre fonti rinnovabili possono in alcuni casi deturpare l’ambiente. Vi sono stati numerosi casi di installazioni inappropriate che hanno rovinato magnifici panorami naturali ed altri importanti patrimoni storici, artistici e culturali.

Da non perdere: EcoGrid, l’eolico intelligente dei danesi

Non a caso il 18 settembre 2010 sono state pubblicate le linee guida per l’autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili che, nei criteri di ammissibilità degli impianti, mirano alla salvaguardia dell’ambiente, del paesaggio, del patrimonio storico ed artistico, delle tradizioni locali e della biodiversità.

Ma è anche indubbio che alcune installazioni hanno un certo fascino, possono caratterizzare un luogo ed a volte un’intero paese: le turbine eoliche olandesi, ad esempio, sono caratteristiche quanto i canali e i tulipani di Amsterdam.

Personalmente trovo che i campi fotovoltaici somiglino a dei laghetti, gli impianti solari a concentrazione ricordino degli anfiteatri e le torri eoliche rimandino a qualcosa di marinaresco, chissà forse agli alberi e alle crocette delle imbarcazioni a vela.

Evidentemente, insieme ai detrattori di queste tecnologie, sono numerosi coloro che le ammirano. A riprova di ciò è il caso del Jersey-Atlantic Wind Farm, il parco eolico di Atlantic City (guarda la Jersey – Atlantic Wind Farm Live Web Cam!) che si è trasformato in una vera e propria attrazione turistica. Gli ospiti dei casinò sono incuriositi, fanno domande sui generatori eolici e, addirittura, richiedono specificatamente camere con vista sul parco eolico.

Sulla scia dell’interesse manifestato dai turisti, ACUA sta offrendo visite bisettimanali del parco eolico nei mesi da giugno ad agosto e visite su appuntamento. Sin’ora ben 15000 persone hanno visitato la struttura.

Novità: Turbine eoliche a spasso per il mare

Il tour prevede la visita da vicino delle torri eoliche (ma non è permesso salire sulla scala a chiocciola per raggiungere la sommità della torre a quasi 100 metri di altezza), dell’impianto solare da 500 kW e dello stabilimento per il trattamento delle acque reflue con tanto di dimostrazioni di laboratorio.


fonte immagine | matternetwork.com

Scrivi un commento.

Scrivi un commento