Home » Viaggiare Smarter » BMW Vision ConnectedDrive, la supercar che ti legge nel pensiero

BMW Vision ConnectedDrive, la supercar che ti legge nel pensiero

BMW ha lanciato una concept car decisamente "empatica" che integra un collegamento intelligente in rete tra guidatore, vettura e ambiente esterno per rendere la guida un’esperienza più rilassata e piacevole. Guarda foto e video

Vision Connected Drive è il nome della prima vettura che anticipa nel futuro Supercar, l’auto dei desideri di molti, resa celebre da un telefilm americano degli anni ’80.

La BMW del futuro avrà un carattere decisamente innovativo, sarà un’auto “empatica” verso il proprio guidatore. Il concetto di BMW ConnectedDrive è, infatti, quello di realizzare un “collegamento intelligente in rete di guidatore, vettura e ambiente esterno” per rendere la guida un’esperienza più rilassata e piacevole.

Da non perdere: Xplorair, l’auto che vola

Perché la BMW del futuro, comparsa per la prima volta allo scorso Salone di Ginevra, sarà una macchina che ne combinerà di tutti i colori per farvi viaggiare in un vero comfort garantendo massima sicurezza.

E ciòc sarà possibile, ad esempio, grazie alle microtelecamere inserite nei fari per offrire una visione completa dell’ambiente circostante e al posizionamento, al posto degli specchi retrovisori, di antenne che segnalano il veicolo e ricevono dati; il parabrezza diventa uno schermo a tutto tondo ove vengono proiettate le notizie e le informazioni utili alla guida.

E poi c’è lui, l’Emotional Browser, il sistema che vi conosce e saprà consigliarvi dove andare a mangiare lungo la strada o che mostra andare a visitare in un tranquillo sabato mattina o accompagnarvi con una compilation di canzoni che vi ricordino i luoghi che state attraversando.

E la playlist, ovviamente, non vi verrà suggerita alla guida ma mentre sarete fermi a un semaforo rosso. E se passate accanto a un edificio che attiri la vostra attenzione, con un gesto della mano la vostra BMW Vision ConnectedDrive vi racconterà dell’architettura del quartiere.

Novità: Bridgestone lancia il pneumatico del futuro

Ma il sistema ovviamente sarà anche pronto a diventare serio e a segnalarvi il pericolo che voi magari ancora non vedrete, celato dietro un angolo senza visuale, di un altro veicolo che non vi sta dando la vostra precedenza.

Pensate che i sistemi siano di un lontano futuro? Niente affatto, potrebbero essere presenti al vostro prossimo cambio di auto, ovvero nel giro di due o tre anni.

TUTTE LE FOTO: CLICCA QUI

fonte immagini | bmwdrives.com

Scrivi un commento.

Scrivi un commento